Primo anniversario del nostro blog!

Buon CompleannoTra mangiate, recensioni e ricette è già passato un anno e così ci troviamo a festeggiare il nostro primo anniversario da 2 Bone Forchette!

Abbiamo affrontato le prime difficoltà della partenza, ma con l’entusiasmo e la passione per il cibo siamo riuscite a realizzare il nostro progetto e ad avere le prime soddisfazioni tramite i vostri commenti, i vostri riscontri e il vostro supporto.

In occasione del nostro primo compleanno abbiamo pensato a un riepilogo dei nostri post, così qui sotto trovate tutte le nostre recensioni e le nostre ricette per dare un’occhiata magari a qualcosa che vi eravate persi.

Ristoranti:

Coffee Break:

Ricette:

Grazie a Layla per la sua collaborazione ormai come fotografa ufficiale e grazie a chi ci ha letto, consigliato e seguito. Se siamo riuscite a regalarvi qualche informazione utile o anche solo un sorriso ogni tanto, per noi è già un grandissimo risultato. Non ci resta che augurarvi buona lettura, ma soprattutto buon appetito!

 

Le vostre 2 Bone Forchette

Ieri ed oggi si uniscono all’Antico Convento

PhotoGrid_1379919523905Immerso nella città vecchia, il ristorante Antico Convento è avvolto da quell’atmosfera di vecchio e di nuovo che si uniscono, fondendo un ambiente ricercato e accogliente a una cucina che ripropone con un tocco di originalità i sapori della tradizione. Ad accentuare questo collegamento con il passato vi è anche la sua collocazione in via delle Beccherie Vecchie, proprio in uno di quei vicoli stretti della zona di Cavana che trasmettono parte della storia della nostra città.

Quando siamo entrate ci ha piacevolmente colpito l’interno del locale semplice ed elegante e la cordialità del personale che ci ha fatto subito accomodare. Il ristorante può ospitare fino ad 80 persone più una ventina di posti all’aperto durante l’estate (coperto 2€). Una volta sedute ci è arrivato il menù che ci ha rapidamente incuriosito: nell’essenzialità di un foglio anticato vengono offerte diverse soluzioni di carne e di pesce presentate puntando sulla valorizzazione dei singoli ingredienti e sugli accostamenti semplici ma raffinati. Noi, che per l’occasione eravamo in tre, abbiamo optato per assaggiare un antipasto in comune, il millefoglie di parmigiano reggiano con spuma alla ricotta e punta d’anca di manzo (7€), e poi rispettivamente gli spaghettini di Gragnano con carbonara vegetale di asparagi verdi (9€), gnocchetti di patate caserecci con raguttino d’anatra e cubetti di verdurine (9€), ed infine il filetto di Angus gratinato al sesamo e parmigiano reggiano con patate arrosto (17€). L’antipasto e il secondo avevano un gusto molto deciso dato dal parmigiano reggiano, mentre i primi erano molto delicati. Si sentivano gli ingredienti freschi e la passione e la cura dello chef nel preparare i piatti. L’unica cosa, provando per la prima volta il ristorante e non sapendo come fossero le porzioni, siamo andate caute con l’ordinazione e alla fine avremmo potuto tranquillamente prendere un antipasto a testa più il nostro piatto, ma non si è posto il problema perché ci siamo subito rifatte con il dolce! Abbiamo preso la panna cotta con i frutti di bosco, molto buona, e i brownies con panna e fragole, una cosa veramente libidinosa (dolci 4€).

antico convento_tabSecondo noi: un bel posto dove assaggiare una buona cucina che unisce i sapori tradizionali presentati con un tocco di modernità e una grande passione che ne trapela. La qualità prezzo è affidata non alla quantità delle porzioni, che sono normali e non abbondanti, ma agli ingredienti e alla cucina dello chef.

Il consiglio: poiché la politica del ristorante è quella di offrire prodotti di stagione, proprio in questo periodo il menù verrà modificato nella versione autunnale con nuovi piatti e abbinamenti. Provate a dare un’occhiata alla pagina di Facebook, dove troverete foto e news.

antico convento votiRistorante Antico Convento
via delle Beccherie Vecchie, 2 – Trieste
Chiusura: lunedì
Tel: 040 2602145 – 328 5995578
E-mail: info@antico-convento.com

I concetti dello slow food in versione fast: il Genuino

PhotoGrid_1378727279475Tempi stretti, pause pranzo, un boccone al volo mentre si è indaffarati tra lavoro, commissioni, incontri tra amici: capita a tutti. Qui nasce l’idea vincente del Genuino, un piccolo fast food che riesce a proporre i suoi concetti di cibo buono, locale e biologico in una cornice eco-chic ospitata nel tranquillo angolo di via delle Beccherie, immerso allo stesso tempo però nel cuore pulsante della città a due passi da piazza Unità e Corso Italia.

I principi fondamentali che si prefigge questo fast food controcorrente sono l’utilizzo di prodotti quanto più possibile reperibili sul territorio da agricoltura biologica e allevamenti selezionati, oppure realizzati in modo artigianale, dalla birra alle bevande come Cola, Spuma e Ginger. L’acqua viene servita direttamente in bicchieri di plastica che una volta finiti possono essere riempiti riportandoli al banco; i piatti, i tovaglioli e il resto dei materiali utilizzati per servire le portate sono riciclati o riciclabili ed infine gli ingredienti sono selezionati, di stagione e preparati sul momento.

Noi ci siamo state per pranzo e siamo rimaste veramente affascinate dall’ambiente, dal cibo e dall’etica che viene trasmessa, il tutto realizzato attraverso un ottimo risultato tutto da gustare con occhi, bocca e coscienza. Perché veramente dopo aver mangiato al Genuino ci si sente bene e non solo perché si esce con la pancia piena, ma perché si sa di aver mangiato bene e di aver fatto il tutto nella maniera più sostenibile, sia per l’ambiente che per il nostro territorio.

Etica a parte, a cui uno può essere più o meno sensibile, lasciamo parlare le papille gustative e vi assicuriamo che si mangia veramente bene! Vi spieghiamo come funziona: appena entrati vi danno subito un vassoio e al banco prendono l’ordinazione, vi fanno lasciare il nome e una volta pronti i piatti (il servizio è comunque molto veloce) venite chiamati. Noi ci siamo sistemate nei tavolini all’aperto e abbiamo preso il panino con pollo (5,90€) con insalata, spinacio fresco, finocchio, oliva ligure essiccata, pomodoro datterino e crema di zucchine, ed un piatto pesce (10,90€) con salmone, verdure di stagione (ovvero fagiolini, zucchine, carote e finocchio), patate al forno e un mix di riso integrale con salse di pomodoro, zucchine e barbabietola che sono fatte da loro e sono veramente spettacolari. Le porzioni sono abbondanti e vi assicuriamo che la qualità degli ingredienti si sente ad ogni boccone. Per concludere, sul menù è previsto il dolce della casa (3€), che quel giorno consisteva in uno strudel di pesche e basilico fatto anche questo “in casa”. Ai meno coraggiosi riguardo agli abbinamenti inusuali potrà sembrare una scelta coraggiosa da compiere, ma noi siamo qui per questo e abbiamo testato molto volentieri questo dessert inaspettato, scoprendo che è buonissimo: i due componenti si sposano perfettamente e lasciano un sapore indimenticabile in bocca. Da provare assolutamente.

Genuino_tab

I buoni pasto sono accettati solo a pranzo.

Secondo noi: idea e posizione vincenti, prezzi assolutamente onesti per gustare prodotti locali cucinati in modo semplice, gustoso e “genuino” appunto, il tutto in un ambiente accogliente che rispecchia i principi “eco” che si ripropone questo fast food innovativo e unico nel suo genere a Trieste.

Il consiglio: di certo è un locale che verrà apprezzato soprattutto da chi ama il cibo sano e leggero, ma noi consigliamo a tutti di provarlo anche perché il menù offre il piatto nella variante di carne, pesce o vegetariano (con formaggio), ma anche insalate e panini, quindi qualcosa che vi ispiri la troverete di sicuro e rimarrete sicuramente soddisfatti.

Genuino_votiGenuino
via delle Beccherie, 13 – Trieste
Tel: 040 0640490 Email: info@genuino.com
Chiusura: domenica

Pizza e pesce per turisti e non, il Marinato

PhotoGrid_1375722454070Dopo una breve vacanza eccoci tornate a raccontarvi delle nostre avventure culinarie e dei nostri assaggi gastronomici estivi! Scusate l’assenza ma questo caldo ci ha messo a dura prova e tra forze e tempo scarseggianti abbiamo dovuto prendere una piccola pausa dal nostro blog, ma siamo pronte per ripartire!

Proprio durante una di queste serate afose e sudaticce, la ricerca di un po’ di aria ci ha portato sulle rive e l’appetito ci ha fatto sedere in uno dei tavolini esterni del Marinato, l’ex pizzeria Vulcania per capirci, ora diventata una filiale in versione marinara de Il Peperino di via Coroneo. Oltre ad offrire infatti delle ottime pizze con bordo alto e sottili all’interno (a quanto ci è sembrato anche un po’ più grandi di quelle servite nel locale di fronte al Tribunale), il Marinato sfrutta la sua vicinanza con il mare in una zona prettamente turistica e attira con i suoi piatti cucinati rigorosamente con pesce fresco. L’ambiente interno sembra ispirato ad una pescheria o a un mercato di pescatori, ma rievocato con uno stile moderno molto curato che si ritrova anche nei tavoli esterni, un po’ più caserecci con le tipiche tovaglie a scacchi blu e bianche ma che rende l’idea del ristorante di pesce appena pescato.

Noi, tre boccucce da sfamare, abbiamo scelto piatti molto diversi: una pizza margherita più mozzarella di bufala, perché ok il caldo ma ad una buona pizza non si può rinunciare; i ravioloni con ricotta di bufala, spinaci e passatina di pomodoro fresco (10€), ottimi anche se meno abbondanti dei piattoni di pasta che ogni tanto vedevamo passare diretti ad altri tavoli; ed infine hamburger di tonno (12€), con un tonno fresco appena scottato e servito con un’insalatina di rucola e pomodorini. I piatti erano buoni, ma abbiamo aspettato un po’ per il servizio, anche se dobbiamo dire che il locale era veramente pieno.
Per concludere in bellezza non ci potevamo far mancare il dolce e viste le alte temperature quale scelta migliore se non una digestiva e leggera pizza Peperino (7€) con la nutella?! Per fortuna abbiamo almeno avuto la saggia idea di prenderne una in tre, perché ci è arrivato un mega calzone che dentro aveva praticamente un barattolo di nutella… a quel punto, rapite dall’estasi del cioccolato ci siamo dimenticate del caldo, almeno fino al momento in cui ci siamo alzate!

Marinato_tab

I buoni pasto sono accettati solo a pranzo dal lunedì al venerdì.

Secondo noi: un posto da provare per l’ottima pizza o per un piatto di pesce in riva al mare, i prezzi sono un po’ turistici ma non eccessivi e in ogni caso i piatti sono buoni.

Il consiglio: le porzioni variano un po’ a seconda dei piatti, le pizze sono abbastanza grandi e anche la pasta è abbondante, nel nostro caso ravioli e hamburger di tonno ci hanno saziato ma forse per i più affamati sarebbe stato necessario un antipastino. La pizza con la nutella non affrontatela in meno di tre, per i più allenati si può tentare in due.

Marinato_votiMarinato
Riva Nazario Sauro, 4 – Trieste
Tel: 040 310412

L’attesa che vale a due passi dal Viale, il Mini Pub 2

PhotoGrid_1371998035968Spesso capita di trovarsi in zona Viale XX Settembre e magari cercare un posticino dove mangiare qualcosa con qualche amico, noi come sempre vi diamo il nostro consiglio che questa volta è orientato soprattutto sull’ottimo rapporto qualità/prezzo. Infatti, un buon posto che unisce il gusto a prezzi contenuti è il Mini Pub 2 di via Gatteri, che però come suggerisce il nome stesso è un locale piccolo e quindi attenzione alla disponibilità dei tavoli: all’entrata trovate qualche posto a sedere (potrebbero però arrivarvi un po’ di odori dalla cucina perché è proprio dietro al banco del bar) e poi in un’altra saletta ci sono circa sei tavoli per 4 o sei persone ciascuno, l’ambiente è casalingo e per gli appassionati del pallone è buono sapere che vengono trasmesse anche le partite di calcio.

Per quanto riguarda il menù l’offerta è molto varia, oltre ai panini trovate le classiche bruschette, le insalatone e i piatti alla piastra che sono molto abbondanti; degne di nota le patatine fritte, che non possono mai mancare con un po’ di salsa rosa! Durante il periodo dell’Oktoberfest inoltre potrete trovare birre speciali, quindi non perdetevi la giornata inaugurale del 21 settembre, in cui dalle ore 12 troverete anche gadget omaggio e piatti tipici per celebrare l’occasione.

Noi e i nostri boys ci siamo stati in una di quelle sere in cui sia ha proprio voglia di un panino ed una birra tra amici per passare una serata tranquilla, il top poi è magari fare due passi dopocena in Viale e mangiare un gelato o fermarsi a bere qualcosa. Noncuranti dei famigerati carboidrati assunti dopo le 17, abbiamo ordinato quattro panini: un Tonno (4,5€) con appunto tonno, pomodoro, formaggio, insalata e salsa rosa; un Leggero (4,70€) con prosciutto cotto, maionese, insalata, formaggio e uovo alla piastra; un Big Max (6€) con doppio hamburger, doppio formaggio, cipolla, cetriolo, formaggio, insalata, senape e ketchup; ed infine quella che è un po’ la specialità della casa, il “Del maestro Gianfry” (6€) con doppio hamburger, formaggio, cipolla, salsa mex, rucola e una valangata di kren che ha messo a dura prova un vero amante del piccante e dei gusti forti ma che, occhi rossi a parte, alla fine lo ha gradito molto. Unica nota negativa è che abbiamo aspettato moltissimo per mangiare nonostante il locale fosse tutt’altro che pieno e questo va segnalato, infatti sappiate che se ci andate è meglio se non avete troppa fretta o troppa fame perché spesso il servizio non è velocissimo, ma certamente merita aspettare.

Secondo noi: un posto carino dove passare una serata e magari guardarsi una partita in un locale non troppo affollato, saziandosi e spendendo tranquillamente meno di 10€ a testa.

Il consiglio: anche le crepes alla nutella sono molto buone e abbondanti, se vi lasciate un buchino per quelle non ve ne pentirete.

Voti_minipub2Mini Pub 2
via Gatteri, 23 – Trieste
Tel: 349 6954164
Mail: minipub2@hotmail.it
Orario: dalle 19 in poi, chiuso il lunedì

Crêpes per tutti i gusti alla Crêperie Dulcis Mora

PhotoGrid_1371061059442A chi non piacciono le omelette? Noi ovviamente non potevamo non essere delle amanti/adoratrici/divoratrici di queste prelibatezze e, quasi per caso, abbiamo scoperto un ottimo posto in centro città dove gustare delle ottime crêpes . Questo angolo di dolcezza si trova in via Trento ed è la Crêperie Dulcis Mora, che oltre a offrire delizie per il palato è anche una meraviglia per gli occhi con i suoi tavolini in legno bianco e le pareti color lilla in tipico stile provenzale (coperto 1€). Qui potrete gustare ottime omelette sia con ripieno dolce – che spaziano dalle classiche marmellata o cioccolato a quelle più elaborate come la Squisita (nutella, noci, mandorle e panna montata) – che in versione salata, come la Provenzale (formaggio, pomodori, olive taggiasche, erbe di Provenza, acciughe, tapenade). In alternativa trovate anche panini, toast e insalate, ma se andate in una crêperie probabilmente vi lancerete sulle crêpes, no?! I prezzi variano dai 3 ai 6€ per panini & co., mentre le omelette si aggirano tra i 4 e i 7€, inoltre il locale accetta i buoni pasto (non più di due per persona) anche se solo per pranzo dal lunedì al venerdì.

Infine, per chi come noi magari è solo di passaggio, c’è anche la soluzione della crêpes da passeggio a 2,5€, in questo caso però i gusti sono limitati a nutella, marmellata e prosciutto e formaggio. Un veloce e ottimo take away per non farvi mancare niente sia per un pranzo al volo che per uno spuntino goloso, da provare! Unica raccomandazione: attenti alla goccia di nutella ke inevitabilmente tenterà di raggiungere la vostra maglietta… la nostra l’ha raggiunta!

Crêperie Dulcis Mora
Via Trento, 5/A – Trieste
Tel: 040 2410962 – 328 9519601
Orari: lunedì 12 – 14.30; da martedì a venerdì 12 – 14.30 e 19 – 22; sabato 19 – 23; domenica chiuso.

L’ottima qualità/prezzo della paninoteca Excalibur

PhotoGrid_1368431805296Di paninoteche ce ne sono moltissime nella nostra città, ma ormai l’Excalibur è una nostra meta fissa. Oltre a trovare del personale molto gentile, potrete assaggiare ottimi panini a un prezzo contenuto e, per gli appassionati, anche seguire le partite in diretta oppure fare una capatina dopo aver seguito la partita allo stadio, visto che si trova proprio lì vicino. Il locale ospita tavoli sia all’interno, in due sale capienti, che all’esterno nella stagione estiva ma durante il weekend e soprattutto d’estate vi consigliamo di prenotare perché altrimenti rischiate di trovare tutto pieno.

Da provare assolutamente come locale sia per l’ottimo rapporto qualità/prezzo che per l’abbondante scelta che offre il menù. Tra i numerosi panini tra cui potrete scegliere si distingue per sapore e abbondanza la specialità della casa, il panino Excalibur appunto, che contiene prosciutto cotto, formaggio, funghi, hamburger, paté di olive, insalata, salsa rosa e patate fritte in accompagnamento. Ottime anche le bruschette, varie nei gusti e grandi come dimensione. Per chi preferisce i piatti ai panini invece, anche in questo caso consigliamo quello Excalibur con hamburger, petto di pollo, vienna, verdure alla piastra o mozzarella e pomodoro e salsa rosa. Infine per i salutisti, il menù offre anche una scelta di insalatone fresche che di certo vi lasceranno lo spazio per il dolce; da citare assolutamente infatti, l’ampia varietà di crepes dolci, che non farà pentire chi si lascerà tentare.

Tabella La TorreSecondo noi: la reputiamo una delle migliori paninoteche di Trieste ed è ottimo anche il servizio a domicilio.

Il consiglio: visto l’ampia scelta del menù magari andateci in compagnia e provate ad assaggiare un po’ di tutto, rimarrete certamente soddisfatti! Non lasciatevi impressionare dalla zona un po’ fuori mano perché il parcheggio nei dintorni è facile da trovare .

Spaghetti_votiExcalibur
Via Fianona, 9 – Trieste
Tel: 040 830005

Fettuccine al tartufo: Ristorante Pivnica Flora

Fettuccine al tartufo

Un modo veloce e semplice per fare un figurone e gustare un ottimo piatto. Ispirate dalle tagliatelle al tartufo de il Ristorante Pivnica Flora, ecco la nostra versione da riproporre a casa!

ingredienti_fettuccineIngredienti:

  • 250g fettuccine all’uovo
  • 200 ml panna da cucina
  • 1 confezione da 75 g di burro al tartufo bianco “Re Tartù”
  • parmigiano reggiano q.b.
  • tartufo bianco q.b.

Svolgimento:
Mettere le fettuccine a cuocere in una pentola con abbondante acqua salata. Nel frattempo, in una padella capiente, sciogliere il burro al tartufo bianco e aggiungere la panna da cucina, cercando di mescolare nella maniera più omogenea possibile. A questo punto, aggiungere il parmigiano reggiano a piacere. Cuocere il tutto per qualche minuto e spegnere la fiamma.

Quando la pasta è cotta, scolarla, salvando un po’ di acqua di cottura, e metterla nella padella, mescolando bene. Servire aggiungendo scaglie di tartufo fresco.

Non solo pasta alla Spaghetti House

PhotoGrid_1368432352675Oggi possiamo sfatare il mito relativo al fatto che in spaghettoteca si mangia bene solo la pasta. Possiamo assicurarvi che anche i seguaci del dogma dei “carboidrati solo a pranzo” o chi preferisce la carne in generale potrà trovare degne alternative al primo classico per eccellenza nelle case degli italiani. Alla storica Spaghetti House di Servola, infatti, meritano assolutamente anche i secondi, le insalatone e soprattutto i dolci!

Il locale è veramente un pezzo di storia della nostra città, nato agli inizi del Novecento come trattoria, si è mantenuto un punto di riferimento per giovani e meno giovani appetiti, e ancora oggi lo trovate sempre pieno sia a pranzo (ottimo per i lavoratori con un menù fisso con pasta, bibita e insalata a 10€) che a cena e soprattutto nel weekend. L’ambiente è rimasto quello della trattoria, con tavole e sedie in legno, tovagliette di carta e interni un po’ retrò, con tavoli esterni d’estate e l’insegna luminosa che dà sulla strada. Il tutto crea un’atmosfera casereccia e ospitale.

Noi ci siamo state per cena con i nostri “accompagnatori” e, come vi accennavamo, non abbiamo ordinato tutti la pasta ma – al contrario di quanto potreste pensare – i divoratori della situazione questa volta siamo state noi e non i soliti uomini dallo stomaco a buco nero. I boys infatti hanno ordinato come antipasto un tagliere di crudo e formaggio in due (10€) e poi uno un dietetico roast-beef ai ferri (11€) con l’insalatina verde (3€), mentre l’altro la tagliata di roast-beef (16€) che viene servita su un letto di insalata, rucola, olive, mais, pomodorini e grana. La tagliata merita veramente ed è perfetta come piatto unico, inoltre è disponibile anche con il pollo. Certo, bisogna dire che si sono rifatti con i dolci (che noi non siamo proprio riuscite a mangiare): panna cotta alla nutella e tiramisù alla nutella (4€), meravigliosi entrambi.

Le vostre 2 bone forchette, invece, per amore del blog, hanno scelto ovviamente la pasta: e quale migliore modo per assaggiare più gusti possibili se non il tris? Ignare di quanto sarebbe accaduto di lì a poco alla cameriera abbiamo ordinato addirittura un tris in due e una tagliata di pollo in due, ma quella donna saggia ci ha fermato avvertendoci che già il tris di pasta sarebbe stato più che sufficiente. Fortunatamente l’abbiamo ascoltata e, contrariamente al piattone con tre paste diverse che ci immaginavamo arrivasse, ci siamo viste servire un vassoio di pasta per tipo, che diviso riempiva abbondantemente entrambi i nostri piatti. Il primo round è stato facilmente vinto con delle ottime pennette agli asparagi e panna, tra fame e gusto delicato non le abbiamo quasi sentite. Caricate dal primo assaggio, è arrivato il secondo con tagliatelle alla PPP (panna, prosciutto e piselli), una mitragliata di carboidrati che ci ha messo un po’ in difficoltà ma che abbiamo finito ancora con il sorriso sulle labbra. L’ultimo è stato il colpo di grazia, le pennette sono tornate per finirci e questa volta alla triestina ’96-’97, con i loro pomodorini, olio, aglio, basilico, salsa di pomodoro, grana e 5 formaggi a pezzettini. E’ stata una piacevolissima sconfitta. Un po’ meno piacevole la sorpresa del prezzo (25€), che non è riportato sul menù e facilmente dipende dai sughi scelti per il tris. Ma in ogni caso ne è valsa la pena.

Tabella La TorreSecondo noi: un ottimo posto dove passare un pranzo o una cena in compagnia, peccato sia un po’ fuori mano e non ci sia nemmeno moltissima possibilità di parcheggio nelle vicinanze. Ma di certo ogni tanto merita di essere visitato!

Il consiglio: non arrischiatevi con il tris se non avete veramente una fame nera, anche se prendete un piatto singolo di pasta sappiate che le porzioni sono molto abbondanti, ma i sughi sono veramente tantissimi, buoni e avrete sicuramente l’imbarazzo della scelta. Inoltre è da sapere che tipo di pasta e condimento non sono vincolati a come sono messi sul menù, potete chiedere per esempio le tagliatelle con il sugo riportato tra le pennette e viceversa.

Spaghetti_votiSpaghetti House da Cinzia e Pupo
Via di Servola, 78 – Trieste
Tel: 040 820275

Tortino al cioccolato con cuore morbido: l’Isla de Tortuga

Tortino di cioccolato dal cuore morbidoUna volta assaggiati li troverete irresistibili e come noi probabilmente vi chiederete se sia possibile riproporre a casa quel meraviglioso cuore morbido. Noi, dopo aver ordinato questo ottimo tortino come dessert alla paninoteca Isla de Tortuga, abbiamo provato a rifarlo sui nostri fornelli e direi che il risultato è riuscito… provateci anche voi!

ingredienti_tortino

Ingredienti per 4 tortini:

  • 140 g cioccolata fondente
  • 80 g burro
  • 80 g zucchero
  • 20 g farina
  • 2 uova
  • topping alla fragola per decorare
  • 4 pirottini in alluminio usa e getta

Svolgimento:
In una casseruola, fondere la cioccolata con il burro. Una volta sciolti, aggiungere lo zucchero, mescolare e far intiepidire il composto. Aggiungere poi le uova sbattute e la farina setacciata. Mescolare bene il tutto in modo che il composto risulti omogeneo.
Imburrare bene i 4 pirottini e riempirli con il composto diviso in parti uguali.

Cuocere in forno preriscaldato per circa 10 minuti in modo da cuocere l’impasto esterno, lasciando però il cuore morbido all’interno (il tempo di cottura varia a seconda del tipo di forno: conviene sempre fare la prova con un tortino per verificare il tempo di cottura esatto!). Servire con il topping alla fragola, con la panna o con qualunque cosa la vostra fantasia vi suggerisca!

I tortini si possono conservare in frigo per circa 2/3 giorni e si possono anche congelare. Ovviamente in questo caso il tempo di cottura sarà maggiore.